asparago-primo-il-nostro-asparago-biologico

Nasco in Veneto sia in campo che in serre dal terreno riscaldato con calda acqua sotterranea. Questo consente una temperatura del suolo mite anche nei mesi più freddi, ed anticipa la mia crescita. Mi potete infatti trovare sulle vostre tavole anche di inverno!

Perché Primo.

Sono una primizia coltivata a impatto ambientale ridotto, con tecniche biologiche di avanguardia. Le serre sono un ambiente ideale per la mia crescita, protette da parassiti, agenti patogeni e condizionamenti atmosferici.

Produzione Sostenibile.

Primo Asparago viene prodotto dalla società agricola Orto Veneto, in serre riscaldate con l’uso di energia termica da combustibili rinnovabili totalmente in virtuoso ciclo “carbon neutral”, e nei 15 ettari di campo all’aperto con tecniche di coltivazione a basso impatto ambientale.

Certificazioni.

Primo Asparago è al terzo ed ultimo anno di conversione Biologica. Dal 2020 ogni nostro asparago sarà totalmente Biologico.

Solo Primo, niente aggiunte.

Ogni sostanza utile allo sviluppo è calibrata applicando un disciplinare di coltivazione attento alle caratteristiche alimentari ed organolettiche e seguendo il miglior bilanciamento. Il risultato è un asparago delizioso lavorato con minimo impatto ambientale e minimo uso di risorse non riproducibili.

Gli asparagi sono inoltre lavati e lavorati con acqua sanificata a bassa carica batterica, per fornire ai nostri clienti un prodotto più sano e igienicamente migliore.

L’asparago verde, dalle proprietà nutrizionali e benefiche, è un toccasana saporito e gustoso.

Storia, tradizione e proprietà benefiche dell’asparago verde.

Gli asparagi verdi sono noti sin dall’antichità: comparivano già sulle tavole egizie ed i Romani hanno lasciato in letteratura svariate tracce della loro passione per questo ortaggio. Oggi i più entusiasti fan degli asparagi sono cuochi e gastronomi. Per quanto esistano diverse varietà di asparagi, non bisogna essere tratti in inganno dal colore: il fatto che siano verdi, bianchi o violetti dipende dalle condizioni in cui sono stati coltivati, nello specifico dall’esposizione alla luce.

Raccolta

L’Italia è il terzo produttore europeo, dopo Germania e Spagna. La raccolta degli asparagi verdi avviene non appena i germogli spuntano dalla terra, nel momento in cui sono più teneri, se si ritarda la raccolta perdono sapore e tenerezza. Il periodo di raccolta in Italia comincia solitamente a Marzo / Aprile, anche se è possibile la raccolta di primizie in caso di stagioni molto calde o, come per Primo Asparago, tramite l’utilizzo di serre e riscaldando il terreno.

Proprietà nutrizionali e benefiche

Qualcuno dice che gli asparagi siano una medicina naturale, noi preferiamo considerarli una delizia anziché una cura… In ogni caso sono un concentrato di salute e non devono mancare nelle vostre tavole!

Gli asparagi verdi sono disintossicanti, drenanti e perfetti per diete di dimagrimento o riequilibranti. Ricchi di fibre vegetali, acido folico, sali minerali fosforo e vitamine, soprattutto la A, la C, la E… Contengono anche antiossidanti e questo aiuta il mantenimento dell’età. Un consumo regolare di asparagi diminuisce il livello di glucosio nel sangue aiutando la prevenzione del diabete di tipo 2.

Gli asparagi sono, inoltre, ricchi di glutatione, sostanza in grado di favorire la depurazione dell’organismo e, dunque, l’eliminazione delle sostanze dannose e dei radicali liberi: ecco perché il consumo di asparagi è consigliato anche nella prevenzione del cancro. L’amminoacido chiamato “asparagina” fa, poi, da diuretico naturale – eliminando il sodio in eccesso nel nostro corpo – e l’alto contenuto di potassio regola la pressione sanguigna. L’asparago verde è dunque adatto nella prevenzione delle patologie del sistema nervoso ed in quelle cardiocircolatorie.